Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.
la scheda

IL CURATORE FALLIMENTARE. GUIDA OPERATIVA

prezzo libro
Euro 18.00
prezzo ebook
Euro 12,99 (IVA inclusa)
caratteristiche
160 pag - 17x24 bn
ISBN
9788866041252
ISBN eBook
9788866042310
anno di edizione
2012
numero dell'edizione
1
argomento
collana
La procedura fallimentare consiste sostanzialmente nella liquidazione giudiziaria dei beni dell’imprenditore fallito, compresi quelli da recuperare presso i terzi e quelli eventualmente da revocare per pagamenti effettuati in precedenza, al fine di assicurare un’equa ripartizione del ricavato tra i creditori, in relazione al loro grado di privilegio e in forza del principio della par condicio creditorum. Il curatore fallimentare è, quindi, un collaboratore preposto all’amministrazione delle attività fallimentari dall’autorità giudiziaria e il suo operato è pertanto sottoposto alla vigilanza del giudice delegato e del comitato dei creditori. Nello svolgimento dell’incarico conferitogli, che è contemporaneamente di natura professionale e pubblica, il curatore deve: a) acquisire all’attivo fallimentare ogni bene mobile o immobile del fallito, compresi i beni, così detti, immateriali (per esempio: marchi d’impresa, brevetti etc.) e i crediti; b) provvedere alla loro liquidazione, dopo apposita perizia effettuata da un consulente esperto nella valutazione dei beni acquisiti; c) ripartire l’attivo realizzato tra i creditori in relazione alla loro graduazione, cosi come emerge dallo stato passivo. Infatti, dopo l’accettazione della carica, il curatore fallimentare deve provvedere a tutte le operazioni che si susseguono, dalla redazione dell’inventario all’accertamento del passivo sino alla chiusura del fallimento. La presente guida (aggiornata con la più recente giurisprudenza e con le recentissime disposizioni normative in tema di compenso dei curatori) intende quindi fornire al curatore fallimentare gli strumenti più efficaci, seppur in forma esemplificativa, per un miglior adempimento della complessa attività che è chiamato a svolgere.
 

EDIZIONI FAG S.r.l. - © 2012
P.IVA e C.F: 08882510152
powered by NT2